Caricamento ...

Valparaiso Viaggi

Valparaiso Viaggi

Che viaggiatore sei?

DESTINAZIONI

Abetone / V. Luce

Abetone / V. Luce

Bormio

Bormio

Madonna di Campiglio

Madonna di Campiglio

Bardonecchia

Bardonecchia

Gressoney

Gressoney

La Thuile

La Thuile

Folgarida

Folgarida

San Martino di Castrozza

San Martino di Castrozza

San Vigilio di Marebbe

San Vigilio di Marebbe

Sansicario

Sansicario

Sestola

Sestola

Sestriere

Sestriere

Passo del Tonale

Passo del Tonale

Pila

Pila

Marmolada / Malga ciapela

Marmolada / Malga ciapela

Pinzolo

Pinzolo

Madesimo

Madesimo

Livigno

Livigno

St. Moritz

St. Moritz

Canazei

Canazei

Artesina / Prato Nevoso

Artesina / Prato Nevoso

Aprica

Aprica

Corvara

Corvara

Marilleva

Marilleva

Livigno

Livigno

Abetone / V. Luce

Abetone è una delle migliori località sciistiche dell’Appennino, meta storica del turismo invernale italiano. Il centro del comprensorio è rappresentato dalla cabinovia che collega il paese al Monte Gomito, da cui scendono tre piste impegnative dedicate al campionissimo del passato Zeno Colò, che qui nacque. Il carosello si sviluppa poi su varie vallate: dal Monte Gomito si scende da un lato in Val di Luce, dove si trovano tre seggiovie e un campo scuola, e al Pulicchio; dall’altro si va verso la zona sciistica servita dalla seggiovia Le Regine – Sestaione. Le quattro valli Val di Luce, Valle dello Scoltenna, Valle del Sestaione e Val di Lima suddividono il territorio, sono ben collegate tra di loro ed offrono agli sportivi 45 km di piste per lo sci alpino. Un tempo il comprensorio si sviluppava anche verso Campolino, con una cestovia e due skilift ora dismessi

Bormio

Bormio, nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, è una delle località più famose d’Italia, anche grazie alle gare di discesa libera di Coppa del Mondo sulla pista Stelvio, che da 3000 m scende sino in paese a 1200 m. La cittadina è adagiata nella vallata, denominata fin dall’antichità Magnifica Terra, attorniata dalle tre montagne Cima Piazzi, Vallecetta e Reit, disposte ad anfiteatro. Grazie ai Mondiali di sci del 2005 sono stati effettuati importanti investimenti che hanno sensibilmente migliorato la dotazione di impianti dell’area. Bormio 2000 è il centro dell’intera skiarea. In inverno gli sciatori vengono accolti dai 50 km di piste per lo sci alpino poste tra i 3000 m e i 1200 del paese. I principianti possono usufruire di 2 campi scuola, uno al Ciuke e l’altro a Bormio 2000 dotati di tappeti mobili. In estate invece è possibile sciare al Passo dello Stelvio sull’omonimo ghiacciaio. Le piste "Genziana" e "Stelvio" sono preparate anche il pomeriggio ed illuminate per lo sci in notturna. La mitica "Stelvio" è sede ogni fine anno dal 1993 della discesa di Coppa del Mondo maschile. A 2300 metri troviamo lo snowpark con superpipe, una serie di jups, rails e box. Un unico skipass è valido per i tre comprensori vicini di Bormio, di Santa Caterina e di Oga San Colombano, collegati da uno skibus gratuito anche di notte. I fondisti possono trovare piste sul Vallecetta e nell’intera piana dell’Alute (10 km), a San Colombano vicino all’alpe o in Valdidentro nella piana di Piandelvino. L’Alta Valtellina è teatro sconfinato per le escursioni scialpinistiche di ogni grado e difficoltà. Tutti gli anni a febbraio la locale sezione del Cai organizza il Rally Scialpinistico Folgore con partenza da Bormio. La cittadina offre un’ampia offerta culturale e non, d’aprés-ski. Da non perdere un pomeriggio di relax alle Terme di Bormio. Bormio Pass è un’unica tessera per sciare sulle piste di Bormio e rilassarsi nei centri termali

Madonna di Campiglio

Madonna di Campiglio è una delle località storiche dello sci italiano. Da sempre località elegante e alla moda, ha saputo rinnovarsi nel tempo rimanendo ai vertici nazionali ed internazionali. Madonna di Campiglio, è adagiata a 1550 metri di quota nella bellissima conca tra il gruppo delle Dolomiti di Brenta ed i ghiacciai dell’Adamello e della Presanella. La varietà del suo ambiente montano assicura d’inverno la possibilità di percorrere, partendo dal centro del paese e ritornandovi senza per questo togliere gli sci, innumerevoli chilometri di piste fino a 2600 metri, sempre diverse per grado di difficoltà. Storica la pista 3-Tredi Campiglio dove si svolgevano tutti i tipi di gare dello sci alpino (slalom, discesa libera e gigante) e oggi sede delle gare di slalom - slalom speciale. A chi ama le piste lunghe, panoramiche e poco pendenti consigliamo lapista Graffer, mentre ai più esperti consigliamo la Spinale Direttissimache scende dall’omonimo monte sino in paese. Il mitico Canalone Miramonti, teatro di gare di Coppa del Mondo, è a disposizione per coloro che vogliono sciare in notturna. Adrenalina è offerta dall’ Ursus Snowpark, costituito da 3 zone, con più di 8 ettari di terreno freestyle e circa 40 strutture tra kickers, step-up, step down, funbox, spine, box e rails, una pista di boardercros. Una nuova pista solo per slittini lunga 3 km scende dal Monte Spinale servita dall’omonima seggiovia. Il comprensorio sciistico di Madonna di Campiglio è il centro della nuova Skiarea Madonna di Campiglio - Pinzolo - Folgarida - Marilleva che vanta 63 impianti di risalita e si sviluppa lungo 150 km di piste, 70.000 mq di snowpark, 40 km per lo sci nordico ed il collegamento, sci ai piedi, con Pinzolo e Folgarida - Marilleva. Madonna di Campiglio è famosa per la sua mondanità: per il dopo - sci ci sono molti ristoranti, locali notturni, discoteche, cinema, sale giochi, 3 centri benessere; a Coderzone Terme ci si può giovare delle cure termali e del centro estetico-centro massaggi alle Terme Val Rendena Fonte S.Antonio. Bastano pochi passi fuori dal centro abitato di Madonna di Campiglio per immergersi in un girotondo di laghi, vallette, ruscelli, malghe e rifugi nei 50.000 ettari del Parco Naturale Adamello - Brenta.

Bardonecchia

Moderna stazione di sport invernali dotata di ogni confort, è adagiata in una conca soleggiata a 1300 mt di quota e le sue splendide montagne, con cime che superano i 3500 mt, ne fanno uno degli angoli più suggestivi di tutto l’arco alpino occidentale. Bardonecchia è un vero paradiso dello sci, con discese che offrono dislivelli fino a 1500 mt in mezzo a splendide boscaglie, ma anche dello snowboard grazie alla presenza di un completo snowpark costruito in occasione dell’ultima edizione delle olimpiadi invernali: half pipe, 2 bordercross, 10 kiker, 12 rail e box per cimentarsi in tutte le acrobazie possibili. Grandi opportunità anche per gli appassionati di sci di fondo nell’anello del pian del Colle e ancora sci alpinismo, racchette da neve, pattinaggio su ghiaccio, sleggdog. Inoltre zone attrezzate al coperto per tennis, nuoto e fitness. VILLAGGIO OLIMPICO 3*** In questo splendido contesto montano si erige in tutta la sua grandezza il Villaggio degli olimpionici di Bardonecchia 2006. Una volta entrati, potrete assaporare la stessa atmosfera provata dagli atleti che hanno preso parte all’Olimpiade; piscina con sauna, bagno turco, palestra attrezzata, ampie sale ricreative, sale giochi, animazione diurna e serale, miniclub, sala giochi, teatro e sala maxischermo, grande pianobar e discoteca con capienza per circa 400 persone…cosa chiedere di più? A completare il tutto 300 spaziose camere rinnovate a 2, 3 o 4 letti dotate di servizi privati, tv, telefono, phon, frigobar, la maggior parte con balcone.

Gressoney

Gressoney - La - Trinité sorge ai piedi del Monte Rosa, nella Valle del Lys, a 1637 mt. Da sempre è meta turistica per ogni stagione. Ha nella sua essenza un notevole trascorso storico ed un insolito equilibrio tra moderno centro turistico ed antico villaggio alpino, arricchito dalle tipiche costruzioni walser. Cuore pulsante del carosello principale Monterosa Ski, ospita sui propri pendii piste di notevole pregio e tracciati mozzafiato. Dalla Valle di Gressoney, attraverso il Passo dei Salati, si raggiunge sci ai piedi la Valsesia, mentre dal Colle Bettaforca ci si collega con la Val d’Ayas. Un’esperienza unica ed esaltante è salire a oltre 4.000 metri con l’elicottero e scendere poi sulla neve con gli sci fino a valle! Con la funivia Salati-Punta Indren si arriva a 3300 m e da lì ci si può cimentare in discese in neve fresca. 2 sono i baby park; il primo "La Trinité" è situato alla partenza della seggiovia di Punta Jolanda. Il secondo "Staffal" nei pressi della funivia di Staffal. Particolare è la pista da fondo che attraversa il paese con i suoi 5 km ed è omologata per le gare di Coppa d’Italia. Per chi ama sciare dall’inizio della stagione fino a tardi in primavera, c’è un anello da fondo di 3 km a oltre 2.000 metri: con la funivia da Steffal si sale all’alpeggio di Sant’Anna.

La Thuile

La Thuile offre uno dei più bei comprensori sciistici valdostani ed italiani; grazie al collegamento internazionale sci ai piedi con la stazione francese di La Rosiére fa parte dell’Espace San Bernardo ed è in grado di offrire con un unico skipass 160 km di piste. Gli impianti sono moderni, specialmente sul versante italiano, dove ci sono una telecabina da 3000 persone all’ora, 8 seggiovie quadriposto di cui 2 coperte, 3 triposto, 5 sciovie e tre tapis roulant di cui uno coperto. Ottimo l’innevamento grazie alla considerevole altezza del comprensorio, all’esposizione a nord delle piste e all’ottimo impianto di innevamento artificiale. L’acqua utilizzata per l’innevamento proviene da un bacino artificiale di recente costruzione nella zona di Cerellaz. Tra le piste dello sci alpino da segnalare la pista Tre Franco Berthod: è una delle più difficili piste italiane grazie al suo 73% di pendenza massima. La località sciistica eccelle per la spettacolarità dell’ambiente con la vista sul ghiacciaio del Rutor e sulla catena del Monte Bianco. Per i bimbi ci sono 2 parchi giochi e 2 piste di snowtubing servite da tapis roulant. I fondisti trovano a La Thuile, oltre a un campo scuola, 4 anelli di 3 - 5 - 7,5 - 10 km rispettivamente. Oltre lo sci l’offerta turistica è completa e variegata, dall’eliski allo sleddog tour, dagli idromassaggi e relax alle Terme di Pré-Saint-Didier, o tutti i divertimenti offerti dalle vicine località di Pré Saint Didier, Morgex, Courmayeur.

Folgarida

Folgarida è ubicata a 1.300 m di altitudine sulle Dolomiti di Brenta, nel Comune di Dimaro, sulla strada che porta a Passo Campo Carlo Magno. Il suo comprensorio sciistico fa parte della skiarea Folgarida - Marilleva con moderni e veloci impianti di risalita che servono 32 piste da sci per complessivi 62 km, alcuni illuminati per lo sci in notturna. Il collegamento sci ai piedi con Madonna di Campiglio e Pinzolo consente di disporre di un unico comprensorio sciistico di ben 150 km di piste nella Val di Sole. Le piste sono ben innevate, la neve artificiale ne copre il 95%. Due telecabine partono rispettivamente da 1300 e 1400 m per portare gli sciatori sino ai 1860 m di Malghet Aut. Tramite il Monte Spolverino si può accedere a Marilleva e da qui alle piste di Madonna di Campiglio e Pinzolo. Per raggiungere Madonna di Campiglio bisogna acquistare l’estensione, mentre l’accesso alle piste di Marilleva è compreso nel prezzo dello skipass ordinario. Molto bella la pista nera che scende dal Monte Spolverino sino a Folgarida, consigliatissima ai più esperti con i suoi 1850 metri di lunghezza e 554 m di dislivello, una larghezza media di circa 35 metri, incuneata nel bosco. 2 sono gli snowparks: lo snowpark Malghet Haut è adatto a chi è agli inizi e si trova alle fine della pista Provetti, poco sopra la partenza della seggiovia Bamby; adatto ai riders con esperienza, lo snowpark Malga Panciana si trova di fianco a Malga Panciana (arrivo della telecabina Copai - Panciana). In Val di Sole gli sciatori trovano numerosi itinerari dello sci alpinismo, anelli per 55 km per gli amanti del fondo e 35 sentieri itinerari per gli appassionati delle ciaspole. Per le escursioni guidate: Consorzio Dimaro Folgarida Vacanze: tel. 0463 986608 o 0463 986113. Per il dopo sci c’è solo l’imbarazzo della scelta: dal pattinaggio sul ghiaccio allo sleddog, dalle gite con le slitte trainate dai cavalli al nuoto all’Acquacenter di Malè, dal centro termale della vicina Pejo ai centri estetici e beauty farm, dai disco-pub alle sale giochi. La skiarea, grazie alla telecabina da 8 posti con piano d’imbarco direttamente dalla fermata di Daolasa Commezzadura, si integra perfettamente con la ferrovia Trento-Malè-Marilleva, creando un sistema "gomma-rotaia-fune". Le Funivie Folgarida Marilleva Spa sconterà dal prezzo dello skipass giornaliero il prezzo del biglietto A/R del treno. Inoltre per incentivare l’utilizzo del treno, i parcheggi presso la stazione di Trento della Ferrovia Trento - Malè - Marilleva sono gratuiti. A Trento, il terminal della Ferrovia Trento - Malè - Marilleva 900 è situato a pochi metri dalla stazione di Trenitalia: si smonta da un pendolino o da un intercity e dopo pochi passi si sale sul trenino Dolomiti Express.

San Martino di Castrozza

San Martino di Castrozza è una splendida località del Trentino, famosa per la bellezza delle sue montagne, tra cui, ovviamente le Pale di San Martino. Tre i comprensori principali, due ai lati del paese mentre il terzo è situato al Passo Rolle. La più grande skiarea si estende dall’Alpe Tognola alla Malga Ces ed offre 45 km di piste da discesa comprese tra i 1404 e i 2357 m. Si accede alle piste grazie alle veloce telecabina Tognola che in soli otto minuti porta sino ai 2200 m della cima Tognola, partendo poco più a valle di San Martino di Castrozza. Il secondo accesso è possibile dalla seggiovia Ces, ai margini del paese. Discreta la dotazione di impianti, con una ovovia ad otto posto e due seggiovie quadriposto ad ammorsamento automatico. Va detto che diversi impianti sono piuttosto datati. Il secondo comprensorio di San Martino di Castrozza è quello di Colverde, servito da una cabinovia e da una funivia. Due piste molto lunghe partono dall’arrivo del primo impianto e scendono sino in paese, una illuminata per lo sci in notturna. La funivia non è utilizzata da sciatori perchè non porta ad un’area sciabile ma semplicemente ad un punto panoramico da dove è possibile iniziare splendide passeggiate. Il terzo ed ultimo comprensorio è a 8 km dal paese di San Martino, al Passo Rolle. Qui vi sono 15 km di piste per lo sci alpino ottimamente innevate che si collocano tra i 1900 e 2200 metri, servite da 5 seggiovie e uno skilift. Sono ben tre gli snowpark a disposizione: il “Rolle Railz Park” con i tre gobboni naturali su cui è costruito, le lunghe linee slope si alternano a kicker, box e rail di tutte le difficoltà e tipologia. Il “San Martino Snowpark” è lo snowpark di Tognola, a San Martino di Castrozza, tante linee di tutte le difficoltà per freeskier e snowboarder. Ultimo nato, lo Snowpark Colverde è un’area perfetta per una jib line. Lungo circa 800 m, con i suoi undici elementi vi si può surfare anche in notturna.

San Vigilio di Marebbe

San Vigilio di Marebbe è una famosa località sciistica nel cuore del comprensorio sciistico Plan de Corones. L’avvento del turismo invernale ha determinato uno sviluppo armonioso del paese che, come molte altre località altoatesine, ha saputo mantenere il suo stile rustico senza cadere in brutti grattacieli o costruzioni non in armonia con lo stile montano. San Vigilio s’adagia a 1201 m in una conca nella Valle di Marebbe, che è una laterale della Val Badia. Il paese è attraversato da una breve telecabina che porta gli sciatori da un lato all’altro della valle. E’ infatti possibile sciare su entrambi i pendii. Da un lato si scia in direzione San Martino in Badia, mentre dall’altro ci si può dirigere sci ai piedi verso Brunico e Valdaora. Accanto alla tradizione si possono trovare anche i segni della modernità, soprattutto negli impianti di risalita. La telecabina Pedagà/Piz de Plaies, per esempio, ha due imbarchi separati a seconda della destinazione. Alcune cabine tornano a valle alla prima fermata intermedia mentre le restanti salgono sino a monte grazie ad un sistema di scambi appositamente studiato da Doppelmair. Le piste per lo sci alpino sono ben innevate anche artificialmente e presentano diverse difficoltà: per esperti come la Erta o la Pre da Peres, facili come i campi scuola sulla Miara o la Pedagà che arrivano fino in paese. Gli escursionisti trovano tracciati nel Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, gli scialpinisti sulle vette delle Dolomiti circostanti o sulle Alpi dello Zillertal. Una pista di 23 km aspetta i fondisti: inizia in paese e si snoda nel Parco con anelli di 0,5-3,5-6-8-10 km. La skiarea Plan de Corones comprende oltre San Vigilio di Marebbe, Brunico, Valdaora, San Martino in Badia collegate sci ai piedi.

Sansicario

Sansicario è una frazione del comune di Cesana Torinese da cui dista 3,4 km. Da Sansicario Borgo si giunge a Sansicario Alto (sulla pendice ovest del monte Fraiteve, in Alta Val Susa) da cui partono gli impianti. Le piste per lo sci alpino si snodano quasi esclusivamente nei boschi e sono collegate a monte a Sestriere e a Sauze d’Oulx, mentre a valle con Cesana Torinese. Gli sciatori più esperti possono salire sino a 2700 m del Monte Fraiteve, mentre coloro che vogliono provare le prime emozioni sulla neve possono sciare su piste facili nei pressi del paese. I piccoli poi trovano divertimento nel babypark. Due punti di forza della località sciistica sono lo scarso affollamento delle piste e l’ottima esposizione al sole dei pendii. Altre opportunità sono il freeride, lo sci d’alpinismo e d’escursionismo, i percorsi per racchette da neve. Sansicario è situata a 1.700 metri ed è stata costruita verso la fine degli anni 60 su progetto dell’architetto francese Laurent Chappis, come stazione sciistica ski total. Caratteristica è la monorotaia, una funicolare disegnata da Pininfarina, che collega il centro ai residence inferiori con 2 capilinea e una fermata intermedia. Con i suoi impianti Sansicario fa parte della Vialattea, vasto comprensorio con ben 400 km di piste sul confine italo - francese.

Sestola

Il comprensorio del Cimone è la più vasta e moderna località sciistica dell’Emilia Romagna, una delle più attrezzate dell’intero Appennino. Il comprensorio si sviluppa sui monti Cimone (2165 metri) e Cimoncino (2000 metri), mentre a valle gli sciatori posso trovare strutture ricettive di prim’ordine nei paesi di Sestola, Fanano, Riolunato e Montecreto. Il demanio sciabile si sviluppa tra 900 e 1976 metri, offrendo circa 50 kilometri di piste, 38 km per lo sci alpino, la maggior parte delle quali sono piste rosse, adatte agli sciatori intermedi ed in evoluzione. La larghezza delle piste, la loro conformazione, l’attrezzato snowpark e la vasta possibilità di percorsi fuoripista rende la stazione una meta prediletta per gli snowboarder. Non mancano tuttavia le piste nere come la Direttissima che scende da Pian Cavallaro fino al Passo del Lupo per 1,7 chilometri, o i lunghi tracciati come la discesa Catinaccio (3 kilometri). I più piccoli possono muovere i primi passi sulla neve presso i moderni e attrezzati baby park Cimoncino e Cimonelandia. In località Lago della Ninfa e al Cimoncino sono presenti anche piste per lo sci nordico. Il 70% dei tracciati è coperto da neve programmata. Infine va citata la tradizione gastronomica, dagli spuntini a base di tigelle e salumi ai piatti della tradizione a base di funghi, che fanno di questa zona la Food Valley d’Italia. Un moderno Palaghiaccio, cinema e centri benessere sono le altre offerte per divertirsi e rilassarsi anche nel dopo sci.

Sestriere

Sestriere è la località mondana creata dal nulla dalla famiglia Agnelli sull’ampio colle a cavallo della Val Chisone e della Val Susa, in Piemonte, a 2035 m. Sede di gare di Coppa del Mondo di sci alpino, ha beneficiato di sostanziali investimenti per il rinnovamento della dotazione infrastrutturale per i Giochi Olimpici Invernali del 2006. Le gare di slalom si svolgono sulla bellissima pista illuminata per la notturna Kandahar Giovanni Alberto Agnelli (v. video), collocata in zona centrale con arrivo in paese e servita dalla seggiovia Cit Roc. La pista Sises, intitolata dal 2004 a Gianni Agnelli, la partenza è situata alle pendici del Monte Sises ed il tracciato è molto impegnativo e tecnico. La discesa libera si svolge sulla pista Kandahar Banchetta Giovanni Nasi (v. video) che dai 2807 metri scende sui pendii del Monte Motta e del Monte Banchetta sino a 1730 metri di Borgata Sestriere (nel tratto iniziale, sul muro si raggiunge la pendenza massima con il 58,5%). Chi ama divertirsi tra gobbe e canaloni si può cimentare sulla pista 32 Motta e sulla 5 Sises. In tutto, le piste nere per lo sci alpino, sono 5 per un totale di 20 km. Una zona pianeggiante nella parte inferiore è adatta ai principianti: 10 piste per 42 km. La maggior parte dei tracciati è l’ideale per gli sciatori intermedi: 20 per 102 km. Di fronte alle piste di Coppa del Mondo vi è un versante meno sfruttato da cui passa il collegamento con San Sicario attraverso la cima del Monte Fraiteve. Da qui si sceglie se scendere a Sauze d’Oulze o a Sansicario.I 164 km dell’area sciabile di Sestriere diventano ben 400 km in tutto il comprensorio Vialattea di cui Sestriere è il centro. Numerose le offerte turistiche di Sestriere: dall’eliski, lo sci in notturna alle escursioni in motoslitta, con le ciaspole o sulla slitta trainata dai cani, dallo sci d’alpinismo al fuoripista, dal fondo in località Monterotta alla pista di pattinaggio di fronte agli impianti. E poi ancora tutto l’anno centri benessere, palazzetto dello sport, campo da golf a 18 buche, piscina coperta e all’aperto con acqua riscaldata, cinema, discoteca e tanti locali per vivere intensamente la propria vacanza.

Passo del Tonale

Il Passo del Tonale è senz’altro una delle migliori località della Lombardia e quella con la più moderna dotazione di impianti. Le risalite sono in "prima classe" grazie alle numerose e moderne seggiovie a 4 e 6 posti coperte, con agganciamento automatico. Anche le piste non sono da meno: la neve sempre in perfette condizioni (anche grazie al potente impianto di innevamento programmato) ricopre pascoli pianeggianti, scoscesi pendii ed i ghiacci del Presena. In quest’ultima zona è possibile sciare quasi tutto l’anno e gli sciatori esperti potranno trovare una delle piste più famose delle Alpi, la nera Paradiso. Gli sciatori con buone capacità non devono lasciarsi sfuggire la pista Alpino o una discesa dal Passo dei Contrabbandieri. Dal 2006 il Passo del Tonale è collegato sci ai piedi a Ponte di Legno - Temù, grazie ad una cabinovia in due tronchi da 8 posti e alla pista Tonalina-Pegrà. Una cabinovia poi, dal 2015, collega Passo Paradiso (2.585 m) a Passo Presena (3.000 m), con una stazione intermedia a quota 2.724 m del rifugio. Qui si può scendere dalla telecabina oppure proseguire la corsa fino a 3.000 metri di quota del Ghiacciaio Presena. Da Passo Presena a Passo Paradiso si scende lungo una bella pista rossa, con la possibilità di spostarsi su una pista blu a partire dall’Intermedia. In 13 minuti si sale dai 1900 metri del Passo del Tonale alle piste ad alta quota con vista mozzafiato sul Mondrone ed il Pian di Neve. Per gli sciatori che amano lo sci notturno la pista Valena è illuminata 2 volte alla settimana. Scialpinismo: ogni anno la gara Lunarally permette di sciare al chiaro di luna al Passo del Tonale. I fondisti trovano 5 km alla piana Tonale e 22 km nella zona Volpaia - Velon - Stavel a Vermiglio, tra il Parco dello Stelvio ed il Parco Naturale Adamello Brenta. Al Fondo Vermiglio si può usare il SuperNordicSkipass, lo skipass unico per accedere ai principali centri di fondo trentini e nazionali.

Pila

Pila è una nota e super panoramica località sciistica che domina Aosta e che offre uno splendido panorama sulle principali vette valdostane, dal Monte Rosa al Monte Bianco. Molto facile da raggiungere, deve parte del suo successo ad una veloce telecabina completamente rinnovata che la collega direttamente con il capoluogo della Valle d’ Aosta in 17 minuti. Il comprensorio è vasto: 70 km di piste e tracciati si snodano dai 1800 m ai 2750 m del Couis. Il buon innevamento naturale è completato da un capillare impianto di innevamento programmato. Le piste sono riparate dal vento e il clima non è troppo rigido, con qualità della neve sempre ottima. Tra le piste per lo sci alpino più spettacolari ricordiamo la Couis 1, la Leissè e la splendida Pista del Bosco, mentre i muri della Chamolè sono davvero mozzafiato. I freerider hanno a disposizione un nuovo tracciato impegnativo che parte dalla Platta de Grevon, a 2700 m, e scende fino a Plan De L’Eyve, a 2200 metri, servita da un tapis roulant coperto da una calotta in plexiglass che parte dalla stazione d’arrivo di Couis 1. Per i bambini ma anche per i grandi a Pila c’è il Fun Park Chacard, dietro la stazione di arrivo della telecabina Aosta - Pila; offre un tapis roulant di 114 metri che serve due piste, una dedicata allo snowtubing, l’altra a bob e slittini, un’area separata è dedicata al gioco sulla neve dei più piccoli. A quota 2200 m si trova Areaeffe, l’attrezzato snowpark raggiungibile con la seggiovia a 4 posti Grimod.

Marmolada / Malga ciapela

Malga Ciapela è un piccolo paesino ai piedi della Marmolada (3342 m),la cima più alta delle Dolomiti. Dalla località si raggiunge la cima direttamente con i 3 tronconi della funivia sino ai 3269 metri della Punta Rocca. Le piste sono panoramiche e sciare in inverno su un ghiacciaio offre sicuramente delle emozioni fortissime. Da lì, la storica pista La Bellunese porta sino al paese dopo 12 chilometri di emozioni. Alcuni l’hanno definita come la più bella dell’arco alpino. Chi non si vuole avventurare sul ghiacciaio o vuole semplicemente variare piste può superare i 2300 metri del Passo Padon e scendere verso Arabba. Da lì si può accedere al lungo itinerario della Sellaronda. Sulla Marmolada fino a qualche anno fa era anche possibile praticare anche lo sci estivo. Le attuali condizioni non lo permettono più, tuttavia la quota elevata e la qualità della neve rendono la località particolarmente adatta allo sci alpino ad inizio e fine stagione. Offre molti itinerari di fuoripista su ghiacciaio aperto; è possibile percorrere discese fino a 1600 m di dislivello, è adatta sia per principianti che per esperti accompagnati da una guida alpina ed è particolarmente ideale per gli amanti dello snowboard fuoripista.Gli appassionati dello sci di fondo hanno a disposizione un tracciato di 7,5 km, e non mancano itinerari da percorrere con le ciaspe attraverso i boschi della Val Pettorina.

Pinzolo

Pinzolo è una graziosa località turistica dell’ Alta Val Rendena, adagiata a 785 metri di quota e circondata dai gruppi delle Dolomiti di Brenta, dell’Adamello e della Presanella. Dal paese parte una cabinovia di arroccamento che porta a quota a 2100 m, dove si trova un comprensorio sciistico di medie dimensioni, servito da 7 seggiovie quadriposto. Belle piste nere aspettano lo sciatore più esigente: la pista Tulot, la DoloMitica Star e Tour, la Grual. Anche la rossa Rododendro avvince. Il demanio sciistico di Pinzolo è collegato, sci ai piedi, con Folgarida - Marilleva e Madonna di Campiglio; la skiarea Campiglio Val di Sole vanta 63 impianti di risalita e si sviluppa lungo 150 km di piste, 70.000 mq di snowpark, 40 km per lo sci nordico. Per il fondo troviamo aPinzolo, loc. Prà Rodont, la pista sci fondo escursionistico di 4 km ed a Pinzolo-Carisolo-Giustino-Caderzone un anello di km 15 in parte illuminato; nelle vicinanze a Carisolo una pista Frassanida di 5 km omologata con segnaletica, servizi e posto sciolinatura con due chilometri illuminati. Altri tracciati per lo sci di fondo sono: Val d’Agola di 10 km, Val Brenta di 6 km e Cascate di Vallesinella km 8. È l’inverno il periodo più adatto per ammirare i giganti di ghiaccio della Val Genova, che da Pinzolo e Carisolo in Val Rendena, s’incunea per 13 chilometri fino ai ghiacciai del Mandrone e delle Lobbie. Solitamente d’inverno la Val Genova - che per la sua posizione incassata non riceve mai il sole - è immersa nella neve bianchissima, si può percorrere con gli sci, ma occorre prestare attenzione, perché il pericolo di valanghe è alto e il freddo intenso. La prima cascata che s’incontra è la Cascata del Nardis: con i suoi 130 metri è diventata una delle mete preferite degli arrampicatori. L’acqua proviene direttamente dal ghiacciaio della Presanella. A un’ora di cammino si può ammirare l’altra grande cascata, quella del Lares.

Madesimo

Madesimo è una località sciistica posta vicino al confine con la Svizzera nell’estrema propaggine settentrionale dell’Italia. Il comprensorio con i suoi 50 km di piste raggiunge anche Campodolcino, Motta e la Val di Lei. Negli ultimi anni si è assistito ad una vera e propria rivoluzione con diversi impianti nuovi che testimoniano la volontà di rilanciare con grande impegno la stazione sciistica. 4 seggiovie quadriposto coperte ad agganciamento automatico, due seggiovie esaposto, una telecabina ad otto posti e la prima funicolare sotterranea in Italia. Una funivia e diverse altre seggiovie completano il parco impianti, tuttora oggetto di grandi progetti di ammodernamento. Molto spettacolari le piste per lo sci alpino della Val di Lei e quelle che scendono dalla Colmenetta, mentre ai più esperti consigliamo la pista Canalone, conosciutissima per la sua bellezza e la sua difficoltà. Per quelli a cui il giorno non basta, Skiarea Valchiavenna offre anche la possibilità di sciare in notturna il sabato sera ed il mercoledì sera grazie all’apertura serale della telecabina Larici con la possibilità di cenare all’arrivo dell’impianto stesso al Rifugio Larici. La cabinovia funzionerà dalle 19:00 alle 22:30. Ciaspolate vengono organizzate dalle guide alpine nelle notti di luna piena, verso destinazioni panoramiche che circondano la località di Madesimo, come la dorsale degli Andossi, la piana incantata di Montespluga e Motta. La scelta dell’itinerario di solito viene effettuata in considerazione delle condizioni di neve e del meteo.

Livigno

Livigno è una delle località sciistiche lombarde più complete sia dal punto di vista strettamente sciistico sia per quello che riguarda l’ospitalità e i servizi. Grazie al clima rigido la neve rimane sino a stagione inoltrata e si mantiene sempre farinosa e morbida; se poi quella naturale manca, i numerosi cannoni per l’innevamento programmato sono pronti a preparare un ottimo fondo sulle piste. Tuttavia gli sciatori non soffrono il freddo grazie ai nuovi impianti coperti (seggiovie e cabinovia ad agganciamento automatico). La località si adagia in una piccola valle, mentre le piste sono poste lungo i pendii che la circondano. Purtroppo vi sono due comprensori separati che, seppure con lo stesso skipass e molto vicini tra loro, non sono ancora collegati sci ai piedi. Si scia da fine novembre a inizio maggio: 115 chilometri di piste di vario livello dai 1’800 ai 2’900 metri di quota, con 12 piste nere, 37 rosse e 29 blu servite da impianti di risalita all’avanguardia che comprendono 6 telecabine, 13 seggiovie e 11 skilift disposti su due versanti di montagna. Per lo sci di fondo in valle ci sono 30 km di piste costantemente battute e gratuite; 5 km sono coperti dall’innevamento programmato. A Livigno vi è anche la possibilità di praticare il biathlon: lo sci di fondo ed il tiro a segno con la carabina. Ogni anno a dicembre Livigno ospita La Sgambeda, granfondo di sci nordico in tecnica classica, inserita nel circuito Visma Ski Classics. Nel paese la speculazione edilizia ha conosciuto acerrimi nemici, tanto che le case si adattano tutte al paesaggio montano: non vi sono i bruttissimi "casermoni", frequenti nelle stazioni sciistiche. Livigno, nota come "Il Piccolo Tibet" per il clima particolarmente freddo durante l’inverno, è porto franco, per questo meta ambita per lo shopping.

St. Moritz

Sankt Moritz è probabilmente la più famosa località sciistica svizzera. Tre sono i comprensori sciistici principali: Corviglia, il più grande, Corvatsch, il comprensorio di dimensioni intermedie e Diavolezza è il più piccolo. Gli impianti sono molto comodi e veloci, particolarmente numerose sono le seggiovie coperte a 4 e 6 posti sul versante del Corviglia. Il versante di Corviglia è esposto al sole quasi tutto il giorno mentre il Corvatsch è all’ombra risultando particolarmente adatto alle sciate a stagione inoltrata. Nella skiarea del Corvatsch una bellissima pista viene illuminata tutti i venerdì sera, dalle 19,00 per lo sci notturno. Leggendaria è la pista da skeleton del Cresta Run e la pista da bob di ghiaccio naturale, l’unica al mondo. Dopo quattro Campionati del Mondo di sci alpino e due Olimpiadi invernali, St. Moritz organizzerà i campionati del mondo di sci alpino del 2017. Oltre 200 chilometri misura il circuito dei tracciati da fondo di Engadin St. Moritz; più celebri sono le piste da fondo sui laghi ( Maloja, Sils, Silvaplana, St. Moritz) o i 42 km della maratona fra Maloja e S-chanf. Oltre a brevi discese e tranquilli percorsi, nella regione Engadin St. Moritz sono a disposizione cinque piste da slittino ufficiali: dalle più abbordabili alle più tecniche. Tra le prime ricordiamo la pista da slittino a Sils che conduce dal bosco di Laret sino al lago di Sils, e poi dall’Alp Prasura alla stazione a valle di Furtschellas. Qui vi si svolgono regolarmente gare di slittino, organizzate dalla scuola svizzera di sci di Corvatsch. Tra le seconde vi è il percorso più famoso della Svizzera,Bergün: dopo un breve viaggio in treno si raggiunge la pista da slittino che da Preda conduce a Bergün, lungo il tratto ferroviario dell’Albula, che dall’estate 2008 è patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Vedi le piste da slittino in Engadina. La località è facilmente raggiungibile da Milano grazie alla SS 36 che in breve tempo conduce fino a Chiavenna. Una volta raggiunta questa località, bisogna svoltare a destra e seguire le indicazioni.

Canazei

Canazei è una bellissima località posta in fondo alla Val di Fassa, probabilmente la più famosa della valle, con le sue splendide piste per lo sci alpino e i modernissimi impianti. L’area sciistica, divisa tra il Col Rodella e la zona del Belvedere, è collegata al comprensorio della Sellaronda. Consigliamo le due discese che scendono dai due passi che collegano Canazei con la Val Gardena e con Arabba. Si può accedere alle piste di Canazei anche tramite la moderna funivia Col Rodella da Campitello. Nel comune di Canazei inoltre si trova la stazione sciistica di Alba di Canazei con la skiarea del Ciampac collegata sci ai piedi con Buffaure - Pozza di Fassa. Canazei è inserita nel Sellaronda Skimarathon, la competizione di sci alpinismo a coppie, in notturna, che si snoda per 42 km lungo il carosello sciistico del Dolomiti Superski e che collega, attraverso i quattro passi dolomitici (Pordoi, Sella, Gardena e Campolongo), le valli ladine (Val Gardena-Selva di Val Gardena, Alta Badia - Corvara, Val di Fassa-Canazei e Livinallongo-Arabba). Gli amanti del fondo possono scegliere tra il centro fondo posizionato a Canazei dove si possono muovere i primi passi con i maestri della locale scuola, o partire verso Alba (anello "Ciasates") oppure verso "Soreghes-Sot Ronch" nella grande piana che collega Canazei al vicino paese di Campitello di Fassa o all’anello del Ciampac a 2100 m. Al centro dell’area sciistica del Belvedere, a 2150 m, si trova lo snowpark "Dolomiti park", facilmente raggiungibile con la telecabina che parte da Canazei. E’ adatto a ogni livello di capacità degli appassionati di freestyle.

Artesina / Prato Nevoso

Artesina è una località sciistica posta sul Monte Mondolé nelle Alpi Marittime, in Val Maudagna. E’ facilmente raggiungibile percorrendo 27 km di strade provinciali dal casello di Mondovì dell’autostrada A6 Torino-Savona. Ci sono 54 km, circa un’ora, dall’areoporto di Cuneo e 137 km, un’ora e 40 minuti circa dall’aereoporto di Torino. La sua skiarea offre 2 piste nere, 6 rosse e 8 blu per lo sci alpino, servite da 4 seggiovie, 1 skilift e 2 tapis roulant, di cui 1 nel Campo Scuola 1400. Con 2 piste rosse Artesina è collegata sci ai piedi con Prato Nevoso. Le due località sciistiche con Frabosa Soprana formano il comprensorio del Mondolé Ski che offre agli sciatori 130 km di piste, di cui 97 km per lo sci alpino con 34 impianti di risalita compresi tra i 1300 e i 2100 metri di quota. I freeriders trovano innumerevoli fuoripista sui pendi e canali del Monte Mondolé, raggiungibili con l’ausilio degli impianti di risalita della stazione sciistica e con pochi minuti di pelli di foca. Interessanti le varie discese dal Pian della Turra verso il fondo della Valle Ellero dalla quale è possibile risalire grazie alle seggiovie Rastello - Turra. Un panorama mozzafiato sulla pianura e le Alpi nord occidentali fanno da cornice a quasi 1000 m di dislivello in powder.

Aprica

Aprica è una delle più famose località sciistiche lombarde, grazie ai suoi 50 km di piste servite da 22 impianti. Si può sciare da 2300 metri fino ai 1100 del paese. Nonostante quote non elevate, la neve si ferma a lungo grazie all’esposizione a nord. Anche l´innevamento artificiale è buono e la dotazione di impianti in rapido miglioramento. La skiarea è divisa in 4 zone collegate tra loro: il Baradello con 15 km di piste servite da una seggiovia quadriposto carenata che raggiunge quota 2000 m circa; nella zona Palabione c’è la maggior parte degli impianti con oltre 20 km di piste che da m 2300 scendono in paese. Qui molto bella è la pista Dosso Pasò. Nella terza area, la Magnolta le piste raggiungono quota 2100 metri circa, con collegamento in quota da e per il Palabione: la Granvia del Gallo; la pista Magnolta è conosciuta per la sua difficoltà e lo snowpark. L’ Initial Park è la struttura sportiva per snowboarder e sciatori freestyle, servito da uno skilift illuminato di sera. L’area Campetti, a ridosso del paese, sul lato sud, è un grande campo scuola servito da una rete di sciovie, tappeti scorrevoli e una seggiovia. E’ anche una delle zone d’arrivo delle piste che scendono dalle quote superiori. Oltre lo sci alpino Aprica ed i suoi dintorni presentano 17 km di piste per lo sci nordico, in Pian di Gembro, Trivigno e Magnolta e parecchie gite di scialpinismo nei monti sovrastanti, Padrio, Zappello dell’Asino o nelle Orobie. A fine febbraio ogni anno si svolge la Stralunata, gara sci alpinistica in notturna.

Corvara

Corvara è il più conosciuto paese in Val Badia. E’ posto a 1500 metri di quota nel cuore del comprensorio sciistico dell’Alta Badia, collegato sci ai piedi sia con Colfosco e da qui con la Val Gardena, sia con Arabba attraverso il Passo Campolongo, sia con La Villa e Pedraces. Appare a questo punto chiaro che anche da Corvara si può percorrere l’itinerario della Sellaronda in entrambi i sensi. Corvara offre impianti decisamente moderni (18 impianti - 2 telecabine, 4 skilift, 12 seggiovie di cui 5 a 4 posti) e piste per lo sci alpino molto interessanti anche a chi non vuole spostarsi verso le altre vallate. Imperdibile la discesa dal Boè che attraversa un fitto bosco di conifere con una serie di muri molto emozionanti. In Alta Badia ci anche altre opportunità per gli sport invernali: 80 km di sentieri escursionistici, innumerevoli salite di sci d’alpinismo accompagnati dalle guide, 34 km di tracciati per il fondo, 3 piste per lo slittino, lo snowpark Alta Badia sull’altopiano del Piz Sorega, il parco giochi-snowpark Fun Slope Biok sulla pista Bioch e il parco per gli sciatori e snowboarder più piccoli, il Kidslope Pralongià II.

Marilleva

Inserita nello splendido scenario delle Dolomiti di Brenta, nella Val di Sole, Marilleva è costituita da Marilleva 900 e Marilleva 1400. Marilleva 900 si colloca lungo il torrente Noce, a pochissima distanza da Mezzana. La localitàè raggiungibile tramite la Ferrovia Trentino Trasporti “Dolomiti Express”, la quale permette il collegamento di tutta la Val di Sole, fino alla città di Trento. In inverno è possibile usufruire del pacchetto Treno + sci. La società Funivie Folgarida Marilleva sconterà dal prezzo dello skipass giornaliero valido per Folgarida-Marilleva il prezzo del biglietto A/R del treno a tutti gli sciatori che arriveranno a Marilleva 900 con il Dolomiti Express (escluso il periodo di Natale). Marilleva 1400 è raggiungibile in macchina o tramite la telecabina da Marilleva 900. La skiarea Folgarida - Marilleva unisce i 2 comprensori con piste ben curate ed innevate artificialmente al 95%, illuminate per lo sci in notturna. Il demanio è collegato sci ai piedi con Madonna di Campiglio e Pinzolo: 150 km di piste da sci collegano la Val di Sole con la Val Rendenanel Brentaski, skiarea formata dalle 4 località sciistiche. Con lo skipass Superskirama Dolomiti Adamello Brenta si ha a disposizione una rete di 150 impianti al servizio di 380 km di piste. Lo skipass, valido da una a 14 giornate consecutive, consente di sciare, oltre che sulle piste della Val di Sole (Folgarida- Marilleva, Passo Tonale, Ponte di Legno e Pejo) anche a Pinzolo, Madonna di Campiglio, Andalo-Fai della Paganella - Monte BondoneeFolgaria - Lavarone. A Marilleva la telecabina Copai Panciana porta gli sciatori sino a 1886 m dove vi sono alcuni impianti riservati ai principianti e la seggiovia esaposto Orso Bruno che porta al Monte Spolverino, punto strategico per poter poi avventurarsi verso le altre località del comprensorio. Dalla cima del Monte Vigo, a 2.166 m, si scende lungo la famosa pista “Orso Bruno”, di media difficoltà, per poi percorrere la pista “Pancianina”, facile, e quindi la rossa “Panciana”, che conduce fino a Marilleva 1400, per una lunghezza complessiva di quasi 5 km ed un dislivello di 766 m. Splendida la Pista Orti. Per lo sci di fondo ci sono 2 anelli per 8 Km con neve naturale ed entrata libera. L’anello Mezzana - Pellizzano si snoda per 6 km fiancheggiando il torrente Noce e passando attraverso masi tipici. Marillandia è un parco baby grande 8000 mq ed attrezzato con tappeti mobili e sussidi didattici per imparare a sciare facilmente. Il parco giochi Scivolandia aMezzana offre divertimenti sulla neve per i più piccoli e non solo, sui gonfiabili, sugli slittini e bob. Adatto ai riders con esperienza, lo snowpark Malga Panciana si trova di fianco a Malga Panciana (arrivo della telecabina Copai -Panciana). Per il dopo sci c’è una vasta gamma di opportunità: dal pattinaggio sul ghiaccio e l’arrampicata al Palazzetto dello Sport a Mezzana, allo sleddog a Pellizzano, dalle gite con le slitte trainate dai cavalli al nuoto all’Acquacenter di Malè, dal centro termale di Pejo ai centri estetici e beauty farm, dai disco-pub alle sale giochi.

Livigno

Livigno è una delle località sciistiche lombarde più complete sia dal punto di vista strettamente sciistico sia per quello che riguarda l’ospitalità e i servizi. Grazie al clima rigido la neve rimane sino a stagione inoltrata e si mantiene sempre farinosa e morbida; se poi quella naturale manca, i numerosi cannoni per l’innevamento programmato sono pronti a preparare un ottimo fondo sulle piste. Tuttavia gli sciatori non soffrono il freddo grazie ai nuovi impianti coperti (seggiovie e cabinovia ad agganciamento automatico). La località si adagia in una piccola valle, mentre le piste sono poste lungo i pendii che la circondano. Purtroppo vi sono due comprensori separati che, seppure con lo stesso skipass e molto vicini tra loro, non sono ancora collegati sci ai piedi. Si scia da fine novembre a inizio maggio: 115 chilometri di piste di vario livello dai 1’800 ai 2’900 metri di quota, con 12 piste nere, 37 rosse e 29 blu servite da impianti di risalita all’avanguardia che comprendono 6 telecabine, 13 seggiovie e 11 skilift disposti su due versanti di montagna.



Perché Valparaiso Viaggi?!!

Perché da sempre vi facciamo divertire!

Valparaiso Viaggi nasce nell' Ottobre del 1999 dalla riunione di tre soci provenienti da precedenti esperienze nel settore. L' obiettivo che si pone fin da subito l' azienda è quello di creare vacanze e prodotti di ottimo livello ma a prezzi contenuti, così si inizia a costruire un tour operator dedicato ai viaggi di gruppo, in grado di elaborare qualsiasi tipo di itinerario, in accordo con le esigenze dei propri clienti. L' idea è vincente e Lo sviluppo più importante nel corso degli anni si attua nel settore del turismo scolastico e in particolare in quello delle settimane bianche e nei soggiorni montani (alpini o appenninici) di qualsiasi tipo. Oggigiorno ci poniamo come leader nel settore, proponendo partenze di gruppo durante tutto l' arco della stagione invernale, con prodotti di ns. esclusiva adatti a scuole, ma anche a famiglie, cral, sci club e a qualsiasi associazione che cerchi questo tipo di iniziativa. Vi ricordiamo che siamo in grado di fornire proposte per qualsiasi tipo di viaggio, in accordo con le Vs. esigenze. Non esitate a contattarci per un preventivo o per semplici curiosità! Nell’attesa di venire interpellati per i Vostri preventivi Vi auguriamo una buona navigazione!!! Lo Staff

Il Team di Valparaiso Viaggi

Lapo

Roberto

Viviana

Martina

Caterina

Piero

CONTATTI

Indirizzo

via A.del Pollaiolo, 166/C 50142 Firenze (FI)

per Informazioni Generiche:
info@valparaisoviaggi.it
Per richiesta disponibilità/prenotazioni:
booking@valparaisoviaggi.it
Per il reparto contabilità
amministrazione@valparaisoviaggi.it
Tel:

+39 055 3215764-5

Valparaiso Viaggi

Novità 2018! Clicca e... Scopri!

Addio al nubilato e al celibato

Sport Natura Vela

Mare Viaggi di Nozze